La seconda e la settima arte

Tra le tante notizie di queste settimane di governi incerti e papi dimissionari, un po’ di spazio l’ha trovato anche la cerimonia degli Oscar. Tempo fa seguivo di più il cinema ma non sono mai stato un vero appassionato della settima arte e della notte degli Oscar. Tralasciando le solite polemiche tipiche degli americani e di chi in europa gli da corda, c’è una notizia correlata a tutto ciò, che ha catturato la mia attenzione. Tra le nomination per la miglior canzone originale spiccava Before My Time contenuta nel docu-film ambientalista Chasing Ice diretto da Jeff Orlowski. La cosa curiosa è che la canzone è cantata da Scarlett Johansson. Informandomi meglio ho scoperto che la bella attrice ha già cantato diverse volte, ad esempio con David Bowie, Tom Waits o Pete Yorn. Buono a sapersi. Era inevitabile per me ascoltare quindi la canzone in questione.

Scarlett Johansson
Scarlett Johansson

Prima di tutto diamo merito al compositore e autore J. Ralph e al violinista Joshua Bell che hanno realizzato la canzone. Scarlett ci mette la sua voce e si rivela, almeno per me, una piacevole sorpresa. Il risultato è un brano dall’atmosfere intime quasi a voler sottolineare la fragilita degli equilibri della Terra ma allo stesso tempo ne esalta la maestosità con l’aiuto delle suggestive immagini del fotografo del National Geographic James Balog, che ha filmato nel corso degli anni il lento scioglimento dei ghiacci che ha poi riproposto condesandoli in pochi secondi con la tecnica del time-lapsing. Before My Time chiude il film. Una canzone davvero bella quanto la voce di Scarlett Johansson che ha dichiarato di aver formato un gruppo di sole donne che si chiamerà “One and Only Singles” e che riproporrà le sonorità stile Go-Go’s, band pop-rock al femminile. Bene, nell’attesa non ci resta che ascoltare Before My Time…